Ripartono le Iene, senza la bresciana Nadia

Nella prima attesissima puntata de «Le Iene Show» verrà mostrato un documento in cui si ricorda Nadia Toffa: un video inedito dove la più amata delle Iene chiede di essere accompagnata a incontrare le persone a lei davvero care. Il video, che Nadia ha voluto girare pochi mesi prima di morire, racconta di questo suo ultimo progetto. Lei stessa lo volle registrare lo scorso dicembre, ma il girato non fu mai mandato in onda, a quanto risulta, per scelta condivisa con gli autori, perché in qualche modo i tempi parevano prematuri.

Purtroppo, come sappiamo, lo scorso 13 agosto Nadia Toffa è morta, vinta dal male che non le ha lasciato scampo. E ora quella registrazione assume il sapore di una sorta di videotestamento o videosaluto, lascito della «iena» bresciana che al suo addio ha scosso la città. E alla quale – la conferma è solo di pochi giorni fa – verrà ora intitolato il reparto di oncoematologia dell’ospedale di Taranto, città nella quale aveva realizzato una delle sue inchieste più apprezzate relativa alle vittime di tumore nella città dell’Ilva e non solo. «Non è il quanto vivi, ma come vivi. Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte. Vedremo quanto tempo avrò ancora, ma non credo molto» presagiva con parole che raccontano della lucidità con cui ha affrontato gli ultimi mesi la stessa Nadia nel suo video. Parole che ora gelano il sangue. Lo staff delle Iene parla di un «testamento di gioia» e di «un abbraccio caldo dove ritrovarci per avere la forza di ricominciare, consapevoli che niente sarà più come prima».