Coppa delle Alpi anche per Mens Libera

Al termine della seconda tappa della Coppa delle Alpi, prima gara invernale di regolarità per auto storiche organizzata da 1000 Miglia Srl, società che dal 2013 organizza la corsa della Freccia Rossa, resta in testa alla classifica generale il pilota palermitano Giovanni Moceri coadiuvato dal bresciano Daniele Bonetti, su una Alfa Romeo Giulia GT del 1964. Lo stesso equipaggio si è aggiudicato il trofeo di tappa città di Seefeld.

Alle spalle del pediatra Moceri, vincitore della 1000 Miglia 2019, ad animare una sfida tutta siciliana tra le nevi alpine c’è la coppia di Campobello di Mazara (Tp) formata da Mario Passanante, campione italiano in carica del Campionato italiano regolarità auto storiche, alla guida di una Fiat 1100/103 berlina del 1955, affiancato dalla moglie Anna Maria Pisciotta. Incollato, in terza posizione, l’equipaggio di Lumezzane composto dal pilota Ezio Sala e da Romano Bacci con una Aprilia Berlina 1350 del 1937. Dopo la prima tappa conclusasi a Bressanone, oggi le vetture hanno attraversato Cortina d’Ampezzo per poi sfilare al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo e varcare il confine austriaco fino a Seefeld, traguardo della seconda tappa che ha visto il superamento di ben 7 passi alpini (Sella, Campolongo, Pordoi, Valparola, Falzarego, Tre Croci e Brennero), una prova dura per la tenuta di equipaggi e mezzi. Domani la terza tappa da Seefeld a St. Moritz con il transito in Germania nella zona dei laghi Schwangau e del Castello di Neuschwanstein, fino a raggiungere il caratteristico Lago di Resia.